Feb
27
Filed under (lo sputo del cuculo) by minimax on 27-02-2011

Da l’Unità.it – Costretti e inculcati di Concita De Gregorio-

Secondo conosciute e tristemente frequentate traiettorie. Più che stanchi, sfiniti, per tanto dannarci per tanti usati ed abusati squallori. Intorno a quello che la più banale delle ragioni ci suggerisce. Credendo possa esservi minima condivisione. Illudendoci, al solito. Sarà forse un caso che questo accidente di disastrato occidente (per dire del massimo grado di civiltà, tra verità e ironia) contempli nel suo racconto fondante come base d’inizio, un allegro fratricidio? Per dire d’ottimismo e d’altre facezie in un giorno grigio d’umore. Per dire di nulle speranze ed altre avanzanti stupidità.

È un mondo che se ne va. Acqua che scorre e fango e detriti e…

Ah beh

Feb
23
Filed under (lo sputo del cuculo) by minimax on 23-02-2011

Da Il Giornale.it- Profughi, Frattini sfida l’Europa: “Ora non potete lasciarci soli”. La Farnesina: “Non rinneghiamo i buoni rapporti, ma ora è giusto condannare”-

Ma che bontà, ma che bontà, macchecos’è questa robina qua… Frattini (Frattini) come un qualsiasi Cota (Cota) adesso piagnucola e, a dire suo e dei suoi cosi, sfida l’Europa. Come se Giovanardi (Giovanardi) sfidasse il sole per via di un’eclisse.  Di più, non nega i buoni rapporti. Sempre Frattini. Neppure i baciamano e le berbere e barbare parate e le convenscionnnsss prepagate del/dal colonnello. Quello. Quello di cui adesso a denti stretti ci si vergogna. Adesso.

Dice uno spaventato e smarrito Vittorio Gassman al termine de “L’audace colpo dei soliti ignoti”: m’hanno rimasto solo ‘sti quattro cornuti.

Sì. Li hanno rimasti soli.

Ecco.

Feb
03
Filed under (lo sputo del cuculo, Società) by minimax on 03-02-2011

Da Avvenire.it -Pagare le tasse è (anche) civiltà-

Pare poco. È tantissimo. Nel mare magnum (più che magnum, bulimico, addirittura) della beata leggerezza con cui si riesce a coniugare ogni cosa al suo contrario (uomini di chiesa, non esclusi, sappiamo) ogni tanto conviene ribadirlo: quello che accumuli (soldi e non solo) con le tue, più o meno sudate, fatiche, tutto quello che riesci a cavarne dal tuo, si spera onesto e pulito, lavoro, ha a che fare col senso che si può dare a quella che, nonostante o perciò, l’assurdo che si trascina , continui a chiamare (e forse a volte invocare) la tua grande piccola vita. Ivi compreso il modo di stare su questo mondo. In mezzo alla stessa gente che come te ci prova a vivere e a… Dentro a un contesto di regole e comune convivenza civile che salvaguarda anche te… Dai predoni di strada, per dire, dagli loschi figuri che dietro l’angolo di un vicolo, avendo niente da perdere che la loro miseria, con un qualche loro, più o meno inventato diritto, interpretando a loro modo (un po’ spiccio, a dire il vero) quella che qualche spirito libero definisce la selezion…

Niente, Basta così… ché le cose si sanno…

Gen
26
Filed under (lo sputo del cuculo, Società) by minimax on 26-01-2011

Da LA STAMPA.it-”Le serate ad Arcore? Coca-Cola e karaoke”-

Tutto si può dire di quei tristi furfanti ma non certo che la loro principale caratteristica (avere la faccia come il culo) non assuma a volte requisito di genialità. Il massimo delle sostanze eccitanti consisteva in una Coca-Cola. Né droghe, né alcol, né altri tipi di sballo. Si vantano. Canzoncine e filmati. Karaoke e diapositive d’incontri internazionali ed altre miserie del Capo. La cui solitudine, al di là delle balle confezionate ad uso dei gonzi infiniti, infinitamente disposti a credergli all’infinito, il cui disperato bisogno di darsi continuamente le prove d’essere in vita… bah… ne fanno semplicemente un… povero ricco.


Nient’altro

Nov
28
Filed under (lo sputo del cuculo) by minimax on 28-11-2010

Pare che“dickhead sia la parola più ricorrente nei rapporti segreti che tra poche ore saranno rivelati da quei bontemponi complottisti di Wikileaks,  che dall‘ambasciata americana in Italy riportavano al Dipartimento di Stato a proposito del nostro “autorevole” premier (si fa per dire e per ridire e anche per ridere) . Inizialmente segnalando il sommo ma sconosciuto statista agli allibiti governanti (Era Clinton) con un allusivo “Berlusconi ( a dickhead)”  per continuate (Era Bush) con un amicale “ Bar-lusconi (the dickhead?)” e poi finire, negli ultimi tempi (Era Obama), con un generico ma indiscusso “the dickhead”.

Mah.

aggiornamento al 29/11/2010 ore 10,53 : trattavasi (dickhead=testadicazzo) evidentemente di esagerate illazioni: i diplomatici americani non sono così volgari. Anche se nella sostanza…

Ago
07
Filed under (lo sputo del cuculo) by minimax on 07-08-2010

Da La Repubblica.it -IL CASO: Brambilla contro Palio Siena, l’ira del sindaco. Poi precisa: “Non ho parlato di abolizione”-

È la stessa persona che, come si fa da bambini, visto che una polemicuzza da nulla, in una trasmissione televisiva (Ballarò) nei confronti dell’allora Governatore sardo, Renato Soru, non attecchiva per inconsistenza di argomentazioni e mancanza di credibilità della stessa salmonata interlocutrice, scantonava sui “cani randagi” (sic!)  che scorazzavano, a suo dire, sull’isola. È la famosa tattica del lupo (cfr. Fedro) che come nulla fosse, vista la mala parata («non ero nato al momento…»)  riadatta l’accusa («allora è stato tuo padre a…»).

Quello è il personaggio. Dunque, un sospiro, uno sguardo al cielo, tanta pazienza.

E una prece.

Ago
04
Filed under (lo sputo del cuculo) by minimax on 04-08-2010

Da Il Corriere della Sera.it- Petrolio La proposta del ministro Prestigiacomo Il via ai pozzi. L’Italia e l’allarme Bp: moratoria sulle trivellazioni nel Mediterraneo-

Paura eh? Toh? Sindrome NIMBY (Not In My Back Yard, “Non nel mio cortile”)  anche per la ministra pur favorevole a mettere nel giardino altrui, (e, metaforicamente, nel proprio anche) scorie nucleari ed altre simili schifezze? Giustamente non riesce a nascondere una qualche diffidenza nei confronti della BP. Anche se fino ad ora la stessa BP non è che si sia comportata diversamente dalle altre compagnie petrolifere (e di tutte le imprese che del profitto facciano la loro unica e vera “ragione sociale”). Certo, sfigati nella circostanza della marea nera. Ma, capita. Quando si trattano sostanze suscettibili di provocar disastri etc. etc.

Quello che non si capisce è la vera ragione per cui, noi italiani, ci dovremmo fidare della Prestigiacomo e della masnada di avventurieri che le stanno intorno.


Lug
29
Filed under (lo sputo del cuculo) by minimax on 29-07-2010

Da LA STAMPA.it- Bigazzi guarda i gatti e i gatti guardano Bigazzi di Alessandra Comazzi-

E -verrebbe di dire (ma solo per via della rima)- ‘sti cazzi

Invece no. Si respira. Per Bigazzi e per le deliziose chiose dalla Comazzi. Oddio, non per questo si faranno affermazioni ardite del tipo «Dio esiste» oppure « evvai, che siamo tornati in un Paese normale». Non esageriamo. Ma insomma, in mancanza di novità ed aspettando che Grillo e Feltri risolvano (a sberle? a cricchi? a pizzicotti? e valgono le unghiate e le tirate di capelli ? e di barba? bah…) le loro questioni…

È pur già qualcosa…

Lug
09
Filed under (lo sputo del cuculo) by minimax on 09-07-2010

Dal TG5 :  Chiara Geronzi  lancia la notizia del prossimo film di Paolo Sorrentino.  Si chiamerà This must be the place . Verrà girato negli States e avrà come protagonista Sean Penn. Per la prima volta ( in Italia? nella Storia? boh?) ai canonici soliti produttori, Medusa Film, Lucky Red e Indigo Film, si affiancherà una banca, Intesa San Paolo, che metterà 10 milioni di euro. Il servizio è corredato di foto di Sorrentino, qualche inquadratura de Il Divo e poi foto di Penn, Carlo Rossella  e Giampaolo Letta di Medusa Film, di Andrea Occhipinti della Lucky Red. Segue intervista con l’AD della banca Corrado Passera e bla bla bla… .

Un rapidissimo replay in rallenty?

Il Tg5 fa capo a Mediaset di proprietà del Presidente del Consiglio dei Ministri , Silvio Berlusconi, padre di Piersilvio, presidente di Mediaset , e padre di Marina,consigliere d’amministrazione di Mediolanum, Medusa Film, di Mediaset e di Mediobanca.

Chiara Geronzi, giornalista del TG5, già dirigente della Gea World e in quanto tale indagata e prosciolta nell’inchiesta denominata “Calciopoli”, figlia di Cesare Geronzi, già presidente di Mediobanca e attuale presidente di Assicurazioni Generali.

Giampaolo Letta, figlio di Gianni (sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, etc. ), vicepresidente di Medusa Film.

Corrado Passera ( Già Olivetti, Banco Ambrosiano Veneto, Cariplo, Poste Italiane) presidente di Banca Intesa San Paolo.

Carlo Rossella, già direttore di Panorama, La Stampa,TG5 e TG1 (ma va?) attualmente è noto per una sua dichiarazione di totale dipendenza dai suoi “Vilebrequin”, boxer (mutande, non cani).

Eccetera.

Ora, sta bene tutto e il suo contrario a questo mondo. È nell’assoluta prassi che attraverso determinati mezzi si veicolino idee che esprimano la loro totale opposizione ad un sistema che sia rappresentazione emblematica di quegli stessi mezzi: tipo un film che sia finanziato da McDonald, che dimostri, per dire, come a ingozzarsi di Mc Royal si diventa obesi e poi si muore d’infarto o di diabete. Non è ancora successo? Non lo so. Non so chi ha finanziato Wall-E… Però…

Per dire, nel caso di Paolo Sorrentino, di un film come quell’autentico capolavoro (Il Divo) di esercizio di stile sul tema “Potere” trasfigurando attraverso la figura di Giulio Andreotti tutte le psicologie, le logiche , i meccanismi, le connessioni tutte, fascinose e brute,  nobili e perverse ( più perverse che nobili) comunque tutte molto umane, che intorno girano a quell’irrazionale delirio a cui, semplificando, diamo nome, appunto, di “Potere”.

Insomma, però, ma, anzi mah…

Sarebbe solo per quel minimo ed infimo tributo che la coerenza deve alla ragione, per Sorrentino (e anche per Penn, se appena si ricorda la sua regia nell’episodio in quel film corale sull’11 Settembre) puntare l’obbiettivo su quella paradigmatica congrega e darsi di dolly e di carrello a inquadrare, dalle prospettive più impensate, quegli inossidabili clan, quelle inaccessibili cricche, quegli impenetrabili ambientini dove si perpetua, magari finanziando la critica feroce a loro stessi, dai secoli e per i secoli il loro intramontabile Potere…

Poi, ovvio che si fa. Tutto si fa.

Lug
06
Filed under (lo sputo del cuculo, Società) by minimax on 06-07-2010

Da agenzia Asca: Foto

mah vedo e poi non vedo o vedo un po’ sfocato  la borsa negativa e più di quaranta gradi di calore e poi maroni e il ciclo ‘e maradona al termine di un ciclo  e un motociclo intorno a un meno male o a menopausa e poi carlà intercettata che sciopera per via dei nodi di gagà e il ciclo e mara dona una calda borsa a la carlà e a la gagà e a letta a letto che manovra coi maroni e colle borse in rotta e letta ancora che legge la già letta manovra e dunque la riscrive e poi la mette in borsa e le intercettazioni e le salvifiche modifiche di fini e di maroni e caldo sui rilievi del colle e quali fatti nuovi per merito di modi molto fini e rotte fiche in rotta in borsa e poi 10 MLN di fan la rotta della borsa la legge sui rondoni e fan 10 milioni…

di fan…

fan…

Lug
05
Filed under (lo sputo del cuculo) by minimax on 05-07-2010

Da Il Corriere della Sera.it- Modernità. IL MOVIMENTO PORTA SOLO FRUSTRAZIONE E NOIA Ozio addio. Schiavi degli impegni non sappiamo creare.

Per quanto abbia spesso da ridire con quanti ce la menano con la lentezza ed i loro slow-qui e slow-là che spesso diventano comodi alibi, per degli psicotici narcisisti, per torturarci con i loro dettagliatissimi racconti intorno a quello che accade intorno alle loro pregiatissime persone. Lenti fino allo spasimo. Esasperanti tali da giustificare gli esasperati che si trasformano in serial-killer. Uffa!

Ma è vero che l’ossessione da riempimento compulsivo di ogni forma di vuoto è una chiara forma di idiozia.

Dunque sì,  approfittare del caldo per sbuffare e bere e sonnecchiare e poi sbuffare ancora e non fare NULLA.

Giu
29
Filed under (lo sputo del cuculo) by minimax on 29-06-2010

Da il Fatto Quotidiano.it -L’Ad Mockridge: “Se Carelli dovesse finire in carcere per il ddl andrò insieme a lui”

Ma il direttore del canale all news è molto più prudente del suo editore: “E’ una decisione delicata, valuteremo caso per caso”-

Carelli indeciso sulla citazione da sfoggiare: O il Woody Allen di « beh, ragazzi, non facciamo gli isterici…» oppure lo Stefano Ricucci del «facile fare il frocio con il culo degli altri»

Comunque sia l’uomo (il Direttore) andrebbe anche compreso: lui con quello (sempre quello, il bassetto, botulinizzato, testa asfaltata, finto fino al midollo, seri problemi di autostima, quello insomma) ci ha lavorato e lo conosce molto bene.

Occhio dunque.

Giu
26
Filed under (lo sputo del cuculo) by minimax on 26-06-2010

Da Panorama.it -Rutelli: sogno Gianfranco, Pier (e Luca) -

Sussurra il colonnello Kurtz ( di Cuore di Tenebra o di Apocalypse Now, a piacere) nel suo delirio di morte di vita di vita di morte: «L’orrore… L’orrore…»

Avrà mica votato pure lui per Rutelli candidato a Pres. del Cons. nell’Anno Domini 2001?

Direbbe Totò: e poi dice che uno si butta a sinistra…

O era asini stra?