Gen
30
Filed under (lo sputo del cuculo) by minimax on 30-01-2016

Da doppiozero.com. La piccola cattiveria di Mauro Portello

« Ma perché una persona ti dice che sei fuori orario con cattiveria e un’altra lo fa con simpatia e dolcezza? »

 Vecchia storia. L’altrui dolore, anche piccolo, è pur sempre la consolazione dei miserabili. E l’identificazione col presunto potente e spietato, spesso solleva dalla consapevolezza della propria pochezza, della propria irrilevanza, della propria miserabilità, appunto .

È l’eterna ricerca del capro espiatorio da sacrificare per evitare di guardare l’abisso quotidiano dei propri limiti.

È il meccanismo che innesca il disprezzo prima e l’odio poi, verso l’ultimo, il brutto, lo storpio, il timido, il nero, il diverso, lo strano e lo straniero e che genera le conseguenti “guerre tra poveri”.

È il pensiero semplificato, l’angelo sterminatore della faticosa ragione che tutto contempla dannandosi alla ancor più faticosa empatia.

È la banalità del bene che diventa la banalità del male.

 

Set
12
Filed under (lo sputo del cuculo) by minimax on 12-09-2011

Da IL TEMPO.it- Cari bimbi oggi sui banchi…  di RUGGERO GUARINI

 

L’incipit, come nelle migliori tradizioni dei “corruttori di minorenni” (con tutte le virgolette del caso, ovviamente),  si presenta quanto mai allettante e generoso e lusinghiero per i poveri ignari piccoli. Ché, al succo, dietro i modi melliflui dell’invito ovvio si cela la sostanza di chi, in virtù della propria fanatica ideologia improntata tutta al mainstream del cattivismo più spietato, tutto dispone a che i piccoli (almeno i più disarmati dal punto di vista di ogni malizia intellettiva insieme agli sprovveduti che han pensato bene di scegliersi una famiglia ben poco attrezzata a fornire loro le più giuste e più appropriate armi per sfidare con qualche probabilità d’uno non schifosissimo esito, le traversie del mondo, beh)  si preparino in questo mondo di merda e in questo Paese di merda. A che fare? O a vincere faticando e applicandosi forsennatamente negli studi e arrivando ad eccellere per le vie le più consone ai canoni di una sacrosanta meritocrazia (e se la famigghia, e se le le amicizie, e se le conoscenze, e se le aderenze, e i circoli sociali e la cognata al ministero e lo zio portaborse del politico… e… via così, ci siamo più che capiti, insomma) oppure…

 

Oppure COGLIONI FRUSTRATI, oppure BULLI.

 

Che altro?

Apr
25
Filed under (lo sputo del cuculo) by minimax on 25-04-2011

A beneficio (si fa per dire) di quegli idioti criminali più o meno consapevoli che credono il linguaggio un semplice e neutro strumento di trasmissione e di comunicazione e non invece un fattore ( o creatore o fondatore o iniziatore ) primario  e determinante di realtà. Che giocando a spargere “senso” diffondendo parole e lessico e lingua intrinsecamente contaminati di disprezzo e di gratuiti livori, contribuiscono alla costruzione e alla successiva espansione di un pensiero conseguente. Traendone, dalla parola giocata sulla piazza della pubblica indecente prepotenza, giorno dopo giorno, una, dapprima subliminale poi apertamente manifesta e tronfiamente esibita, evidenza: di dolore inoculato sul corpo morto di una malata società. Che, nel tempo assume e consuma quel po’ di BUON senso comune periodicamente soggetto ai più svariati smarrimenti.

Di uso da parte dei conformisti, dei pigri idioti, degli inquadrati soldatini dell’esercito del luogo comune, del termine “BUONISMO” – per dire- a quello che per li rami, nel tempo ne deriva. Praticamente una meccanica ed automatica deriva. Appunto.

Forse che se:

da Il Mattino di Padova - In Veneto la Lega riscrive la storia d’Italia Il 25 aprile? «E’ solo il giorno di San Marco-

non ne consegue:

da Il Mattino di Padova - DISABILE IN CARROZZINA AGGREDITO NEL VERONESE – ?

Già.

Apr
07
Filed under (lo sputo del cuculo) by minimax on 07-04-2011

corriere della sera 7- 04-2011 stronzismoDa Corriere della Sera.it- Riprese le ricerche, oltre 200 i dispersi del barcone ribaltato a Lampedusa-

Nel mentre. E nel ventre. Dedicato a chi giocando su una presunta neutra terzietà scivola nell’ignavia del terzismo. Contaminato da una non indifferente indifferenza. Non si resiste, si vede, lì al Corriere della Sera a immettere nel taglio delle immanenti attualità un particolare di non richiesta “oggettività” (si vedono le virgolette?). Rimarcando: « Tunisino arriva a Mestre: fermato subito per rapina » per dirimere controversie di rarefatte consapevolezze. All’interno di un Paese, di una classe dirigente (giornalisti non certo esclusi, anzi), forse di una qualche redazione di giornale, forse nell’intimo di una stessa singola coscienza. L’esigenza di dirlo. Un colpetto di gomito al fianco del simpatizzante lettore di tristi e crudeli e un po’ molto idioti slogan. Del tipo di quelli « Immigrati föra da i ball », per dire. Accostando alla tragedia ( 200 vite UMANE ) quel tanto di spicciola cronaca che basta per non abbandonarsi del tutto ai “vieti buonismi” (sic) sempre in agguato in circostanze simili.

Mistificando ( peggio se, addirittura,  inconsapevolmente).

Stronzismo che sta nell’aria, evidentemente.

Ott
01
Filed under (lo sputo del cuculo) by minimax on 01-10-2010